Puoi trasformare i tuoi clienti soddisfatti in una squadra instancabile che lavora (gratis) per moltiplicare le tue vendite?

Se sei un imprenditore e vuoi imparare a stimolare e controllare il passaparola per vendere di più senza affidarti alla fortuna o al buon cuore dei tuoi clienti, reggiti forte perché voglio presentarti...

Il passaparola scientifico di Metodo Merenda

Caro imprenditore,

se hai già provato a fare marketing per acquisire nuovi clienti per la tua azienda, ti sarai accorto che diventa ogni giorno più complicato.

Il motivo è molto semplice: oggi siamo tutti sommersi da pubblicità.

Ogni giorno, ogni ora, ogni minuto, il tuo cliente viene investito da una raffica di spot, mail pubblicitarie, post sponsorizzati, telefonate moleste e così via.

Per questo è diventato più scettico e prudente. Si aspetta in ogni momento di cadere in una trappola.

È consapevole che non tutti gli annunci sono fasulli e che devono certamente esistere prodotti e servizi validi, ma come distinguerli dalle fregature?

Di certo NON può fidarsi di quello che dice la pubblicità! Come dice il vecchio proverbio: “Non chiedere all’oste se il vino è buono!”.

Il tuo cliente si aspetta che tu dica che ciò che vendi è straordinario, magnifico, irripetibile. Il conflitto di interessi è palese e innegabile.

Per questo i tuoi venditori fanno sempre più fatica a farsi ascoltare, le tue campagne di marketing rimbalzano contro l’indifferenza generale e la tua azienda stenta a decollare come vorresti.

Magari sei mediamente soddisfatto, gli affari non vanno malaccio. Ma sei ben lontano da quella crescita rapida e da quel successo esplosivo che meriti.

La buona notizia?

Esiste qualcuno di cui i clienti si fidano: un’altra persona che è già caduta nella tua rete e che ha già fatto da cavia. Ha provato il tuo prodotto o servizio, l’ha trovato eccellente ed è pronta a confermarlo.

Meglio ancora se si tratta di una persona conosciuta. Un amico, un collega stimato, un parente considerato affidabile. La validità del messaggero aumenta la credibilità del messaggio.

L’importanza di questo processo è enorme. Secondo una ricerca condotta da Nielsen in 58 paesi, l’84% dei consumatori si fida di più del consiglio di un amico o conoscente rispetto a qualunque altra forma di marketing.

Per questo le referenze sono lo strumento di acquisizione clienti più potente in assoluto

Il mio maestro, Al Ries, padre del Posizionamento ed esperto di marketing n.1 al mondo, l’ha messo bene in chiaro da tempo: l’Advertising è morto, è l’era delle PR.

Le referenze sfruttano lo stesso principio delle PR: rappresentano una terza parte, affidabile agli occhi del tuo potenziale cliente, che parla bene di te.

I referral sono i MEDIA che ogni imprenditore ha sempre a portata di mano. Senza bisogno di investimenti colossali per andare in televisione, sui giornali o alla radio.

Il passaparola è un metodo insostituibile per acquisire nuovi clienti a costo zero, so che ne sei convinto quanto me.

Eppure… il più delle volte non funziona!

Diciamocela tutta, in teoria è tutto semplice e lineare, ma la pratica è un altro paio di maniche.

Quando un tuo cliente ti dice che parlerà bene di te ai suoi amici, senti un fremito di soddisfazione e inizi a fantasticare sulle vendite che realizzerai…

...ogni volta, però, sei costretto a tornare bruscamente alla realtà. Perché questi nuovi clienti NON arrivano oppure, nel migliore dei casi, sono delle vere spine nel fianco.

Hanno mille pretese, non si fidano di te, ti chiedono lo sconto, ritardano nei pagamenti e ti fanno desiderare di non averli mai incontrati!

Sai perché finisce sempre così?

Perché il passaparola tradizionale, quello che andava bene per tuo padre e tuo nonno, è inadeguato per demolire la barriera di diffidenza che oggi separa i potenziali acquirenti dalle aziende.

Il passaparola spontaneo, “alla vecchia maniera”, oggi non è più sufficiente

Serve un sistema di referral scientifico, ingegnerizzato e adeguatamente stimolato.

Lo stesso che ha permesso ad aziende come Facebook, Uber, Paypal, Dropbox, AirBnb di diventare le supernova che sono oggi.

I dati lo dimostrano chiaramente. Grazie ai referral:

  • Dropbox ha ottenuto 2,8 milioni di inviti diretti in 15 mesi;
  • AirBnb ha raddoppiato la sua lista clienti;
  • Paypal ha battuto il record di 10 milioni di utenti;
  • Uber si è espanso in 700 città del mondo.

E l’elenco potrebbe continuare. Quello che conta di più, però, è che per ottenere risultati straordinari non serve essere una Big Company.

Puoi riuscirci anche tu.

Tutto quello che ti serve è conoscere come funzionano i referral e imparare a stimolarli e controllarli.

Tra poco ti spiegherò cosa intendo, ma prima voglio assicurarmi che siamo sulla stessa lunghezza d’onda.

È giusto che io ti dica subito una cosa: se stai cercando una bacchetta magica per soggiogare le persone e indurle a comprare da te automaticamente, mentre tu sei steso su una spiaggia caraibica a sorseggiare un mojito… sei nel posto sbagliato.

Se referral per te significa sistema piramidale, in cui ogni cliente “lo dice a cinque amici, che lo dicono a cinque amici...”, di nuovo, non ci siamo.

Io ti insegnerò a costruire un meccanismo che trasforma i tuoi migliori acquirenti in venditori entusiasti e fanatici, che non vedono l’ora di scendere in campo per diffondere il tuo “verbo” e selezionare per te nuovi clienti in target.

Tutto questo non si può ottenere con uno schiocco di dita, ma richiede impegno, studio e dedizione da parte tua.

Implementare un vero sistema di referral è un lavoro lungo e complesso, ma una volta messo in moto l’ingranaggio, ti stupirai di quanti clienti riesci a generare ogni giorno, e ogni giorno di più.

Già che ci siamo, voglio anche mettere in chiaro che referral e recensioni non sono la stessa cosa.

Probabilmente sei abituato a raccogliere e utilizzare, nel tuo marketing, le testimonianze dei tuoi clienti soddisfatti. Questo è molto utile, ma non è sufficiente.

Le testimonianze, così come il passaparola “classico”, hanno tre grossi difetti:

  • Non vanno attivamente alla ricerca di clienti

Una testimonianza sta sui tuoi materiali di marketing e viene vista solo quando qualcuno si interessa a te.

Anche il passaparola avviene quando qualcuno chiede a un amico: “Conosci per caso un bravo gommista?” o “Mi consigli un buon ristorante?” .

O un negozio di mobili, un parrucchiere, un avvocato, un’agenzia viaggi, un fisioterapista, un agente immobiliare ecc. Funziona allo stesso modo qualunque sia il settore in cui operi.

  • Non sempre superano il muro di diffidenza

Leggendo la recensione o ascoltando il consiglio del suo amico, il tuo potenziale cliente ha capito che sei meglio degli altri, ed è certamente un progresso. Ma quanto meglio?

Non sa ancora se quello che proponi fa davvero per lui, non ha trovato risposta ai suoi dubbi e il suo sistema d’allarme anti-truffa non si è disinnescato completamente.

La strada verso la vendita è ancora lunga!

  • Non attirano sempre la clientela che vuoi

Le testimonianze possono finire sotto gli occhi di chiunque. Anche di persone fuori target o clienti indesiderabili, per mille motivi.

Lo stesso vale per il passaparola. Un consiglio non si nega a nessuno e il tuo cliente può essere convinto di star agendo bene e nel tuo interesse, senza accorgersi che sta attirando su di te una pioggia infinita di problemi.

E non puoi neanche prendertela con lui. Che poteva saperne?


Il passaparola tradizionale è uno strumento che non puoi controllare, non puoi misurare, non puoi indirizzare. È come affidare il futuro della tua azienda a un lancio di dadi!

Il sistema di referral ingegnerizzato di cui ti sto parlando è invece MOLTO diverso! Si tratta della versione potenziata del passaparola.
Il metodo per trasformare i tuoi clienti da “segnalatori passivi” a “promotori attivi” del tuo brand.

Sarà come avere la chiave del loro sistema decisionale per indurli a intercettare, nella cerchia delle loro conoscenze, coloro che corrispondono all’identikit del tuo cliente ideale e a farsi garanti del valore del tuo lavoro.

Non solo agiranno esattamente come tu desideri, ma saranno felici di farlo e nella ferma convinzione che promuoverti sia stata una loro idea.

La forza delle tue vendite crescerà a dismisura, come quella di Braccio di Ferro quando mangia gli spinaci!

So che sembra troppo bello per essere vero. A chi non piacerebbe poter contare su un esercito di venditori appassionati, che non chiedono nulla in cambio del loro impegno?

Per questo voglio mostrarti cosa pensano coloro che hanno già messo in pratica questi insegnamenti.

"Michele Di Leo”

Ai già clienti ho inviato comunicazioni sulla consegna a domicilio, poi ho fatto una sponsorizzata su Fb bella pesante sul quartiere e zone limitrofe, i miei già clienti mi fanno da referral e in questo periodo funziona alla grande. Risultato: da sabato ad oggi ho in database 50 nuovi clienti, il fatturato sta superando quello di Natale, la mia autorità sta crescendo con i referral e io sto mi sto esaurendo con le consegne perché non ero strutturato per farle...

Michele Di Leo

Hica Macelleria Gastronomia

"Alessandra Assolari”

L’ennesima conferma che tutto ciò che seguiamo con il metodo è giustissimo ci è arrivata oggi, quando una nostra cliente ci scrive un messaggio lunghissimo in cui si complimenta perché ultimamente (praticamente da quando siamo devoti di Frank) facciamo sentire i nostri clienti coccolati e seguiti unendoli ancora più a noi.
Cosa volete che vi dica? Io quasi mi sono commossa per la grande soddisfazione che ho avuto e mio marito anche.
È un lavoro costante, continuo che non si ferma mai molte volte anche a casa.
A volte è un lavoro difficile ma tutto ripagato, ultra ripagato quando sentiamo i già clienti così sereni e quando pensiamo ai vari nuovi lead che hanno già acquistato il front end o sono addirittura entrati in continuity.
Grazie Frank, perché tutto ciò è merito tuo, perché con la tua determinazione rendi anche noi più determinati!

Alessandra Assolari

Gastronomia Moderna

Quello che ti mostrerò nel corso Re dei Referral è un processo codificato che comincia ancora prima di acquisire il cliente, impiantando nella sua testa l’idea che, se sarà soddisfatto del tuo lavoro, dovrà diventare ambasciatore del tuo brand.

Passaggio dopo passaggio, ti insegnerò a cementare questo principio nella sua coscienza, rendendolo del tutto naturale, come se facesse parte integrante del vostro accordo.

Il tuo cliente si abituerà a pensare che si tratta di un suo preciso dovere, proprio come è tuo compito offrirgli un prodotto o servizio eccellente.

E, grazie alla tecnica che ti mostrerò, sarà lui il primo a VOLERTI fare pubblicità e continuerà a farlo senza stancarsi.

Ecco, se devo essere sincero, qui potrebbe esserci un problema.

C’è infatti il rischio che, a un certo punto, tu debba cercare di contenere i tuoi clienti. Perché il loro entusiasmo non li faccia sembrare dei discepoli invasati, che non fanno altro che cantare le tue lodi.

Per fortuna, si risolve facilmente.

È capitato anche a me di dover mettere un freno al passaparola, chiedendo ai miei clienti di non esagerare, per non essere additati come vittime di una setta.

Io lavoro in un settore molto particolare, pieno di ciarlatani e finti guru, quindi non voglio assolutamente essere confuso con loro. Nel tuo caso, probabilmente è diverso, più clienti fanno promozione attiva e meglio è.

Se sei un commerciante, un professionista, il titolare di una PMI o un venditore, sarebbe assurdo pensare di ridurre il passaparola.

Ma ho comunque preferito avvisarti, perché questo metodo è un’arma potente e c’è il rischio che sia TROPPO efficace.

Perciò ti insegnerò anche a selezionare i clienti che VUOI attivare come referral.

È importante infatti che tu ti concentri sui migliori clienti: quelli che ti permettono di lavorare meglio, guadagnare di più e accelerare la crescita della tua azienda.

Sai come si dice, no? “Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei”.

Se è vero che ciascuno di noi frequenta persone simili a lui, significa che devi assolutamente evitare di sprigionare lo straordinario potere di questa tecnica sui clienti problematici, che NON vuoi moltiplicare.

Io stesso ho commesso molti sbagli in questo senso. Ho provato sulla mia pelle ogni possibile modo sbagliato di stimolare il passaparola, e so benissimo quanti danni può provocare un sistema di referral fallato.

Tutti questi errori ora però sono la tua più grande risorsa. Perché in questo modo sono arrivato alla formulazione giusta, che poi ho perfezionato e testato nelle aziende dei miei studenti avanzati.

Ora finalmente hai la possibilità di diventare anche tu un

Re dei Referral

Il passaparola scientifico di Metodo Merenda

Sì, voglio iscrivermi a Re dei Referral!

Re dei Referral si terrà presso l’Auditorium Metodo Merenda* a Mendrisio in questa data:

(* Salvo diversa disposizione delle Autorità Italiane o Svizzere)

Il corso durerà ben due giorni, indispensabili per rivoluzionare il tuo approccio al passaparola e per farti moltiplicare i tuoi clienti.

Fino a questo momento la tua unica strategia è stata fare un ottimo lavoro, sperando che questo fosse sufficiente a convincere i tuoi clienti a consigliarti ai loro conoscenti.

“Grazie, se qualcuno dei miei amici avrà il mio stesso problema, gli farò senz’altro il tuo nome”... Quante volte l’hai sentito dire?

Ogni volta ci hai creduto, ma ti sei ritrovato a fissare invano il telefono, in attesa che squillasse.

Fare un buon lavoro e rendere felici i clienti, oggi, non basta più.
Serve a evitare recensioni negative, ma NON genera i clienti aggiuntivi di cui la tua azienda ha bisogno.

Per questo durante Re dei Referral ti spiegherò esattamente come costruire un sistema di referenze controllato da te per moltiplicare i tuoi clienti e di conseguenza il tuo fatturato.

Se vuoi davvero mettere il turbo alla tua azienda e massimizzare il valore di ogni acquirente trasformando tutti i suoi contatti in target in clienti impazienti di comprare da te, non puoi mancare a...

Re dei Referral

Il passaparola scientifico di Metedo Merenda

Sì, voglio iscrivermi a Re dei Referral!

Re dei Referral si terrà presso l’Auditorium Metodo Merenda* a Mendrisio in questa data:

20 e 21 novembre 2020

(* Salvo diversa disposizione delle Autorità Italiane o Svizzere)

Ecco qualche anticipazione su quello che imparerai:

  • 1
    Le 6 caratteristiche che definiscono i clienti top, da clonare attraverso la tua macchina dei referral per moltiplicare il tuo fatturato senza aumentare i costi di acquisizione cliente.
  • 2
    Come calcolare e aumentare la predisposizione dei tuoi clienti a diventare agenti venditori in incognito, per diffondere il tuo messaggio di marketing nella nicchia più proficua.
  • 3
    Quali sono i motivi per cui il meccanismo del passaparola si inceppa e come puoi risolverli una volta per tutte, per non sprecare preziose opportunità di vendita.
  • 4
    La procedura dalla A alla Z per inoculare nella mente del tuo cliente, sin dal primo contatto, il desiderio irresistibile di consigliarti a tutti i suoi amici e conoscenti.
  • 5
    Le strategie delle più grandi aziende per generare referral e come tradurle in 4 semplici passaggi chiave da implementare in ogni trattativa.
  • 6
    Il ciclo a 7 fasi per automatizzare l’acquisizione di referral e far impennare la crescita della tua azienda sin da subito.

“Frank, sono pronto!
Voglio diventare il Re dei Referral, dimmi cosa devo fare!”

È molto semplice: clicca subito sul link qui sotto per iscriverti al corso.

Sì, voglio iscrivermi a Re dei Referral!

Re dei Referral si terrà presso l’Auditorium Metodo Merenda* a Mendrisio in questa data:

20 e 21 novembre 2020

(* Salvo diversa disposizione delle Autorità Italiane o Svizzere)

Dopo numerosi test effettuati, il Salvagente ha deciso di conferire la certificazione “ZeroTruffe” all’azienda Metodo Merenda.

Diventare un’azienda ZeroTruffe significa superare molti test che il nostro team di esperti effettua su vari fronti.

In particolare, Metodo Merenda si è dimostrata all’altezza di tale certificazione per:


  • qualità delle informazioni divulgate e funzionamento del Metodo;
  • veridicità delle centinaia di testimonianze;
  • eccellente servizio di assistenza al cliente.

Non erano prove facili ma con minuziosa attenzione, il nostro team ha valutato l’azienda idonea alla certificazione.

Per maggiori informazioni sul bollino “ZeroTruffe” ottenuto da Metodo Merenda, clicca qui zerotruffe.it/c0009



EditorialeNovanta Srl, con sede legale a Roma, CAP 00185, via Ludovico di Savoia, N.2b, Partita IVA 12865661008, editrice della rivista “Il Salvagente” diretta da Riccardo Quintili.

Se stai ancora valutando se partecipare o meno al corso, lasciami aggiungere che Re dei Referral ti costerà molto meno di quanto pensi.

Un costo che è quasi nullo, se paragonato ai soldi che stai lasciando sul piatto ogni volta che un tuo cliente non ha gli strumenti adeguati per promuoverti efficacemente all’interno della sua cerchia di conoscenze.

Nei due giorni di corso ti fornirò una procedura precisa e definita, già testata e di sicura riuscita per costruire la tua macchina del passaparola.

La stessa che uso io in tutte le mie aziende e che mi ha permesso di raggiungere i risultati che sono sotto gli occhi di tutti.

Tornato a casa, ovviamente, dovrai rimboccarti le maniche per concretizzare tutto quello che hai imparato.

Non ti prometto che ci riuscirai in un giorno, né che i referral cominceranno a fioccare senza che tu debba alzare un dito.

Ma ti prometto che avrai TUTTI gli strumenti necessari e la mappa dettagliata da seguire per creare un sistema di referral ingegnerizzato in stile Metodo Merenda.

Sì, voglio iscrivermi a Re dei Referral!

Re dei Referral si terrà presso l’Auditorium Metodo Merenda* a Mendrisio in questa data:

20 e 21 novembre 2020

(* Salvo diversa disposizione delle Autorità Italiane o Svizzere)

Si tratta di un investimento irrisorio rispetto alla mole e al livello dei contenuti del corso, grazie al quale potrai conquistare una fascia sempre maggiore del tuo mercato di riferimento.

In particolare, durante Re dei Referral, ti insegnerò tutto quello che devi fare PRIMA, DURANTE e DOPO la trattativa per trasformare i tuoi migliori clienti in una straordinaria forza vendita.

Grazie a questa strategia passo-passo, potrai così raggiungere i tuoi clienti target nella loro tana, dove la pubblicità tradizionale non può arrivare, ma hanno accesso solo i consigli delle persone di fiducia.

Se hai letto fino a qui significa che hai capito che solo con una strategia di referral puoi riuscire a superare la diffidenza dei clienti e conquistare il loro cuore (e il loro portafogli).

Re dei Referral si terrà presso l’Auditorium Metodo Merenda* a Mendrisio in questa data:

20 e 21 novembre 2020

(* Salvo diversa disposizione delle Autorità Italiane o Svizzere)

Per poter accedere al corso ti basta lasciare i tuoi dati nel modulo che trovi qui sotto, così da essere ricontattato al più presto dal tuo tutor personale.

 

* campi obbligatori

Rock ’n’ Roll!


Frank Merenda

Per assistenza chiama il numero verde 800.790053 oppure clicca qui assistenzametodomerenda.com

Copyright © 2020 | Mercury Training Group SA - Via Laveggio 6 - 6850 Mendrisio, Svizzera | Privacy Policy